AIB AFoR: Servizio Antincendio Boschivo

L’incendio boschivo è un particolare evento calamitoso che ha considerevoli capacità di propagazione, in relazione a numerosi fattori, come ad esempio le condizioni climatiche e la tipologia di bosco che determina la massa combustibile potenziale.

La materia degli incendi boschivi è stata assegnata alle Regioni, che organizzano autonomamente le attività, avvalendosi di diversi soggetti istituzionali come le Agenzie Forestali Regionali, l’Arma dei Carabinieri, il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e le organizzazioni di volontariato del territorio, ciascuno con un ruolo specifico, persino nelle fasi di lotta attiva per la repressione degli incendi.

AFoR in prima linea

La Regione Umbria, ogni anno approva il Documento Operativo Annuale per le attività antincendi boschivi che riguardano la prevenzione e la repressione degli incendi, tracciando le linee operative per lo svolgimento della campagna annuale AIB.

Durante tale periodo, la Regione Umbria si avvale della preziosa e fattiva collaborazione del personale AFoR per effettuare l’attività di prevenzione e di lotta attiva agli incendi boschivi, in coordinazione con i Carabinieri Forestali e l’impiego operativo della struttura del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

AFoR AIB - Servizio Antincendio Boschivo

Attività di prevenzione

L’attività di prevenzione rientra nelle funzioni e nei compiti conferiti all’Agenzia Forestale Regionale, e consiste nell’attuare azioni mirate a:

  • ridurre le cause e il potenziale innesco di incendio
  • mitigare i danni conseguenti all’incendio

Tale attività si svolge durante tutto l’arco dell’anno e consiste nelle seguenti operazioni:

  • creazione di fasce parafuoco
  • diradamenti per riduzione della massa combustibile
  • ripulitura dei margini dei boschi
  • creazione/manutenzione di punti di approvvigionamento dell’acqua
  • manutenzione della viabilità forestale

Lotta attiva

Relativamente alla lotta attiva agli incendi sono individuati diversi soggetti coinvolti:

  • AFoR: Agenzia Forestale Regionale
  • Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco
  • Organizzazioni di Volontariato quando accreditate per la lotta attiva

Le minisquadre con personale AFoR

Per l’anno 2024 l’Agenzia Forestale Regionale ha predisposto per la campagna AIB, l’organizzazione di 22 minisquadre attive su turnazioni continue di operatività e reperibilità, per l’intera durata della campagna.

Ogni minisquadra è costituita da due persone ed è dotate di automezzi fuoristrada con modulo AIB, un serbatoio d’acqua di capienza variabile tra i 500 ai 3.000 litri per contrastare gli incendi. Le minisquadre effettuano ininterrottamente, opera di perlustrazione in maniera indipendente su aree preventivamente assegnategli.

AFoR AIB - Canadair in azione

Qualora sia segnalato un incendio, la Sala Operativa Unificata Permanente (SOUP), si raccorda con il Responsabile del Servizio AIB dell’Agenzia Forestale Regionale che provvede tempestivamente ad allertare le minisquadre operative più vicine per attuare i primi interventi di contenimento e di repressione attiva.

L’attività di avvistamento

Insieme al personale delle squadre AIB dell’AFoR, vi sono i seguenti soggetti istituzionalmente preposti alle attività di avvistamento degli incendi e alla successiva segnalazione:

  • organizzazioni di Volontariato iscritte al Registro regionale e all’Albo nazionale delle

organizzazioni di Protezione Civile coordinate dall’Agenzia Forestale Regionale;

  • associazioni venatorie legalmente costituite coordinate dall’AFoR;
  • personale del Corpo Carabinieri Forestali;
  • personale della Polizia Provinciale e guardie giurate volontarie.

L’AFoR coordina l’attività dei volontari assegnando ad ogni associazione punti di avvistamento fissi o percorsi di perlustrazione che dovranno effettuare in giorni stabiliti. In caso di avvistamento di incendi, i volontari contatteranno tempestivamente il Responsabile del Servizio AIB dell’Agenzia Forestale il quale, dopo verifica dell’informazione ricevuta provvederà immediatamente ad avvisare la SOUP.

Numero unico di emergenza: 112

A partire dal 19 gennaio 2021, in attuazione della normativa dell’Unione Europea, è attivo il Numero Unico di Emergenza 112 (NUe 112). Ulteriori informazioni al sito: www.antincendi.regione.umbria.it